Camù
Chi Siamocontatti Centri d'Arte e Musei
NewsletterArea StampaRassegna StampaServiziDidatticaLinkSuggerimenti
homedidattica › città dei bambini

La CittÓ dei bambini

Il ruolo del Castello San Michele

Il progetto La Città dei bambini del Comune di Cagliari, Centro polivalente per la promozione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, nato a Cagliari alla fine 2004, attivato grazie al lavoro dell’Assessorato cittadino delle Politiche Sociali, che ha previsto tale iniziativa all’interno del 3° Piano Territoriale d’intervento per la promozione di diritti e opportunità per l’infanzia e l’adolescenza, in attuazione della L.285/97, nel dicembre del 2005 ha avuto il primo importante momento con l’insediamento del Consiglio Comunale dei ragazzi e ragazze.

Sono stati coinvolti 9 istituti secondari cittadini di I grado per un totale di oltre 1300 studenti per creare uno strumento elettivo che realizza il riconoscimento dei diritti di cittadinanza della popolazione infantile e adolescente, consentendo al contempo agli amministratori adulti di accogliere lo sguardo dei bambini sulla realtà.

Tale evento costituisce un’importante tappa di un percorso che l’Amministrazione comunale ha intrapreso con la partecipazione attiva delle scuole, che ha coinvolto i ragazzi in un processo di sperimentazione della democrazia e delle sue regole, di riflessione e dialogo sui temi del bene collettivo.

Il progetto contiene il messaggio fondamentale della diffusione del senso civico e del rispetto del comune vivere tra i ragazzi.

I piccoli neoconsiglieri hanno fatto da portavoce delle proposte e dei suggerimenti dei loro compagni: tra i temi più cari l’ambiente, la sicurezza stradale e gli spazi sociali. Svariate le proposte: piste ciclabili, palestre dedicate anche agli sport meno diffusi, centri sociali di aggregazione, lezioni all’aperto, chiara dimostrazione che coinvolgendo i cittadini di domani è possibile far diventare le nostre città da "città di adulti" a città di tutti e magari ridisegnare le nostre città tenendo conto anche delle esigenze dei bambini.

La sede operativa dell’iniziativa, grazie al coinvolgimento dell’Assessorato alla Cultura, è stata individuata nel suggestivo Castello San Michele che dal 2001, anno della sua riapertura, dopo un lungo e accurato restauro che lo ha restituito alla città di Cagliari come Centro Comunale d’Arte e Cultura, ha ospitato numerose iniziative dedicate ai più piccoli.

A coordinare le azioni della Città dei Bambini, in stretto raccordo con l’Assessorato delle Politiche Sociali, responsabile e titolare del progetto, è un’equipe costituita dagli operatori specializzati dell’UNICEF, della Società Sirai, e dei Consorzi Camu’ e Solidarietà che hanno perseguito, e stanno tuttora perseguendo, il coinvolgimento degli esperti e delle migliori professionalità specializzate sull’argomento presenti in ambito regionale e nazionale, e integrando nel progetto tutti gli operatori che attualmente svolgono attività e laboratori a favore dei bambini in città.

Obiettivo della sezione didattica di Camu’ per questo programma è quello di far conoscere ai bambini il mondo delle arti in tutte le loro espressioni, attraverso un’interazione che si basa su un confronto personale, diretto e manuale con le attività organizzate. Il Castello San Michele vuole essere concepito come luogo di acquisizione dell’esperienza. Un’esperienza sostenuta dall’apprendimento dei contenuti, delle tecniche, dell’uso dei materiali e del contatto diretto con personalità del mondo dell’arte. Nel corso delle diverse attività proposte, la curiosità del piccolo visitatore è stimolata alla creatività.

In particolare sono presenti attività legate alla conoscenza e all’affezione del proprio territorio e al patrimonio culturale tese a contestualizzare e ad evidenziare il rapporto tra appartenenza ad un particolare contesto geografico ed urbano e la conoscenza degli elementi naturali che ne fanno parte. Partendo dagli elementi caratteristici del territorio locale, le attività del museo per bambini arrivano a raggiungere dimensioni di carattere nazionale ed intereuropeo.

Tale attività sta costituendo la carta di identità ed elemento distintivo e unico di tale centro culturale, considerato che sarà uno dei pochi o forse l’unico in Sardegna.


I laboratori della Sezione Didattica del Consorzio Camu’ sono realizzati nell’ambito del progetto “La Città dei Bambini”, promosso dall’ Assessorato delle Politiche Sociali del Comune di Cagliari.

Il progetto è finanziato dalla legge 285/97