Camù
Chi Siamocontatti Centri d'Arte e Musei
NewsletterArea StampaRassegna StampaServiziDidatticaLinkSuggerimenti
homearchivio mostre › evento

Performing green

Performing green

inaugurazione:

Mercoledý 22 marzo dalle ore 19

apertura al pubblico:

dal 22 marzo 2017 al 22 maggio 2017

orario di visita:

ingresso:

  A Cagliari nasce Mgallery, un nuovo spazio espositivo in città dedicato alle arti visive contemporanee e alle performing arts. Il progetto si sviluppa grazie alla sinergia tra Sardegna Teatro e Conzorzio Camu’- Exma e con il sostegno della Fondazione Sardegna Film Commission. La collaborazione fra Sardegna Teatro ed Exma si inserisce nel programma EX-OUT (già avviato tra aprile e giugno 2016 alla MEM), con il quale l’Exma esce dai propri confini per entrare nelle maglie della città e raggiungere nuovi pubblici, attivando nuove connessioni e collaborazioni. Per l’anno 2017 EX-OUT al Teatro Massimo sarà curato per Consorzio Camu’- Exma da Micaela Deiana: intorno ai temi della performatività nella produzione artistica e della commistione fra linguaggi. Il taglio transdisciplinare è pensato per creare un dialogo fruttuoso fra le due organizzazioni.
 
La prima mostra che inaugura la programmazione è “Performing Green”, un viaggio nella produzione sostenibile nel settore audio-visivo in Sardegna. Con questa mostra Sardegna Teatro e EXMA-Exhibiting and Moving Arts si uniscono alla Fondazione Sardegna Film Commission nell’abbracciare gli obiettivi di sostenibilità ambientale e sociale perseguiti dal Piano Europa 20.20.20, che si propone di abbassare la domanda di energia e le emissioni di CO2 del 20% e di aumentare le energie rinnovabili della stessa percentuale entro il 2020. Performing Green significa agire e produrre secondo un’ottica di sostenibilità ambientale, culturale e sociale. Rappresenta una presa di responsabilità da parte degli operatori della filiera culturale, è una dichiarazione di come le arti, al di là dei confini disciplinari del cinema, del teatro, delle arti visive, possano rivestire un ruolo essenziale nell’amplificare il messaggio ecologico attraverso il potere dell’immaginario. La mostra segna il passaggio di questa presa di responsabilità dagli operatori al pubblico allargato: attraverso ‘Performing Green’ i visitatori potranno conoscere e approfondire i meccanismi e i processi di lavoro dell’industria cinematografica in Sardegna e acquisire consapevolezza sugli sforzi individuali e collettivi che stanno portando il settore a una svolta di responsabilità ecologica. Il progetto espositivo è ideato per rispondere a principi di sostenibilità tanto nei contenuti proposti quanto nei processi realizzativi e nella formalizzazione linguistica. Realizzato prevalentemente su supporto digitale e materiali facilmente trasportabili, vuole porsi come narrazione agile nella movimentazione e nell’installazione, e per questo sostenibile nella sua proposta in contesti e tempi differenti.

Heroes 20.20.20

In “Performing Green” si presentano le produzioni culturali sostenute da “Heroes 20.20.20”, progettualità della Fondazione Sardegna Film Commission in sinergia con Sardegna Ricerche e Assessorato all’Industria - Servizio Energia della Regione Autonoma della Sardegna, realizzata nel biennio 2014-2015. Il programma ha dato sostegno a quelle forme di comunicazione audiovisiva che hanno saputo investire su azioni di risparmio ed efficientemente energetico, agendo con progetti di sensibilizzazione della cittadinanza intorno alle tematiche della sostenibilità e con la promozione di bandi di produzione per giovani talenti che hanno portato alla realizzazione di cortometraggi, webseries e documentari.

STRUTTURA DELLA MOSTRA

Centro della mostra è la piccola sala proiezioni in cui vengono presentati, secondo una programmazione per cicli tematica, i cortometraggi e le pilota di serie web realizzate grazie al progetto Heroes 20.20.20.
Alle proiezioni si accompagnano gli scatti dei fotografi Alessandro Toscano e Carlos Solito.

Le fotografie di Alessandro Toscano raccontano il backstage delle attività di registrazione all’interno del progetto Heroes 20.20.20., attraverso i volti degli operatori, i momenti di ripresa e fuori dal set, il paesaggio che ha fatto da sfondo ai lavori.
Carlos Solito presenta il suo reportage per i territori dell’Ogliastra, dei suoi luoghi e dei centenari che li abitano, realizzando un’installazione multimediale in cui gli scatti interagiscono con il racconto dell’esperienza di reportage e le musiche di Gavino Murgia. Il reportage “A Chent’Annos”, realizzato con la collaborazione dell’Associazione Culturale Sustainable Happiness, si inserisce nel progetto “Sardegna Endless Island” finanziato dall’Assessorato regionale del turismo, artigianato e commercio nell’ambito di “Expo e i Territori”, con cui la Sardegna Film Commission ha messo in atto azioni di sensibilizzazione sul tema della qualità della vita come motore per lo sviluppo sostenibile del territorio regionale.

Ai contributi citati si aggiunge un archivio che ripercorre la produzione di Sardegna Film Commission attraverso i documenti programmativi del protocollo Green, i progetti sostenuti all’interno del programma, come gli incontri formativi e le masterclass per raccontare le buone pratiche di settore o i libri illustrati di Giorgia Atzeni e Federica Palma (realizzati in collaborazione con le associazioni Sustainable Happiness e Barega), volti a promuovere i valori di sostenibilità per il pubblico dell’infanzia.

L’esposizione si costituisce quindi come una narrazione collettiva che ci racconta, attraverso l’elemento visuale del mezzo fotografico e audiovisivo, la produzione filmica sul territorio regionale, gli operatori culturali - gli “eroi della sostenibilità” citati nel titolo - che hanno scelto di lavorare secondo principi ecologici, e, in filigrana, il patrimonio culturale e paesaggistico della Sardegna stessa.

vai all'archivio »