Camù
Chi Siamocontatti Centri d'Arte e Musei
NewsletterArea StampaRassegna StampaServiziDidatticaLinkSuggerimenti
homeCastello San Michelearchivio mostre › evento

TRASPARENZE di PASSAGGIO

TRASPARENZE di PASSAGGIO

inaugurazione:

Venerdý 27 luglio ore 20.30

apertura al pubblico:

dal 27 luglio 2018 al 30 settembre 2018

orario di visita:

dal martedý alla domenica dalle 16.00 alle 21.00; sabato e domenica dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16.00 alle 21.00. Chiuso il lunedý.

ingresso:

euro 3,00 intero euro 2,00 ridotto

Il Castello di San Michele di Cagliari dal 27 luglio al 30 settembre 2018 ospita Trasparenze di passaggio. Il progetto di ricerca di Casa Falconieri realizzato con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna, della Fondazione di Sardegna e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari e l’organizzazione di Cagliari Paesaggio, si sviluppa attraverso due direttrici: Trasparenze di passaggio che vede coinvolta esclusivamente Casa Falconieri e Trasparenze di passaggio - Concorso SYA frutto della sinergia tra Casa Falconieri e Carlo Atzeni della scuola di Architettura dell’Università di Cagliari, Facoltà di Ingegneria e Architettura e DICAAR – Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura, con la collaborazione di INARCH Sardegna e SARDARCH.

Il tema del paesaggio è costante perché è un tema complesso che accoglie in sé le tematiche relative al tempo e alla memoria; dentro si collocano ancora le riflessioni sulla natura, sul sistema di relazioni tra essere umano e ambiente, il senso della bellezza e la speranza che racchiude, ma anche la certezza delle nostre responsabilità.

Nelle sale del Castello San Michele, verrà costruito uno spazio effimero di passaggio - per sognare guardando il paesaggio e l’arte con una grande installazione - una triangolazione visiva che nella scansione spaziale forma particolari vedute, modificando il paesaggio e che porta a vagare intorno ad una visione utopica, ma forse reale, del paesaggio immaginato.
Lo spazio del primo piano sarà scandito dal grande volume centrale, fulcro concettuale che indica i punti cardinali attraverso la grande opera fasciante che rimanda ai paesaggi d’aria e acqua di Cagliari, segnando le modifiche che la luce opera nel paesaggio nell’avvicinarsi ai diversi punti cardinali.

Il percorso sarà completato dalla presenza nelle pareti perimetrali dei bozzetti preparatori, sequenze di opere e considerazioni sul tema del paesaggio, grandi immagini fotografiche, polaroid e video.
Con gli artisti: Gabriella Locci, Ugo La Pietra, Francesco Casu, Cate Woodruff, Dario Zanasi, Mauro Rombi, Mimmo Caruso, P&B, Alberto Marci, Veronica Paretta.
Nella Stanza della Luna espongono i loro lavori: Francesco Alpigiano, Sandra Angioni, Diego Asproni, Alessio Barrili / Luca Cubeddu, Tiziano Boi, Federico Carta, Efisio Carbone, Giulia Casula, Sergio Farina / Patrizia Orrù, Alberto Marci, Maria Grazia Medda, Franco Meloni, Veronica Paretta, Anna Saba, Andrea Spiga, Davide Volponi.
Nelle due torri laterali verranno proiettati video e saranno visibili opere sul tema dell’eclissi di luna.
La città di Cagliari vive come paesaggio di memorie nella riproduzione della xilografia inserita nella Cosmographia universalis di Sebastian Münster dell’edizione del 1544.

Trasparenze di passaggio sarà anche occasione per la seconda edizione del concorso SYA 2018 - SARDINIA Young Architects, che seleziona opere e progetti realizzati da architetti sardi, che saranno esposti dal mese di dicembre 2018.

Nel corso dei due mesi di mostra negli spazi del Castello di San Michele sarà allestita la zona degli incontri dedicati ai possibili dialoghi tra arte, spazio e architettura, alla proiezione di film e presentazioni di libri d’arte con tematiche su spazio, arte e architettura. Sono inoltre previsti momenti di riflessione concettuale e pratica sull’architettura, un workshop di incisione sul tema del paesaggio e sarà raccontato il concorso SYA 2016.
Si svolgeranno inoltre il workshop “Giovani architetture per giovani opere d’arte”: in cui gli studenti di architettura progettano con giovani artisti selezionati, e un seminario su Architettura e arte.

vai all'archivio »